Sono solo i bambini degli altri che dormono tutta la notte

, , Leave a comment

Prince Albert ha ormai un mese di vita. In queste 4 settimane non ha fatto che mangiare, dormire, piangere e scaricarsi ad ogni cambio di pannolino. Tutto nella norma per un neonato.
Mangia ogni tre ore e ci sta, considerando che ho intrapreso anche per il secondogenito la strada dell’allattamento naturale. Non accenna ad allungare i tempi tra una poppata e l’altra, no. L’unico cambiamento percettibile in queste settimane è il sonno, quello diurno però, non quello notturno.
Sta di fatto che di giorno, se prima mangiava e dormiva come un perfetto Cicciobello, adesso ha deciso di saltare il sonnellino di tanto in tanto, pretendendo di essere coccolato e minacciando pianto e ululati se non soddisfo la sua necessità nell’arco di 30-35 secondi.
Non che questo porti vantaggi di notte. No, non è più stanco. Non gli cambia proprio nulla. Si sveglia ogni 3 ore, come uno svizzero. E di queste tre ore, mezz’ora va di allattamento, mezz’ora in tentativi per appoggiarlo in culla senza svegliarlo, un quarto d’ora per fargli passare il singhiozzo che gli  parte non appena appoggia capoccia e culetto nel lettino.
Allattare sì, ma dove? Sul divano del soggiorno è uno sbattimento. In soggiorno fa pure più freddo, non si può accendere la tv alle due di notte e oltretutto non ci sarebbero programmi televisivi decenti. E poi, vuoi mettere quanto ti senti sola? Allora un’altra opzione è quella di allattare nel lettone, tanto il marito a fianco neppure se ne accorge. Unico svantaggio del lettone è che si rischia ogni volta di addormentarsi e, nell’ordine, di:
1) far scivolare/cadere il pupo sul pavimento
2) schiacciare il pupo sotto il proprio peso nel momento in cui ci si arrende al richiamo di Morfeo
3) passare da uno stato di veglia a uno di dormiveglia senza neppure accorgersene e letteralmente iniziare a non capire più un cavolo di dove vi trovate, cosa state facendo, se avete allattato o meno, se sono passate due,tre ore o un giorno dall’ultima volta che eravate sveglie. Sì, la mancanza di sonno proulungata per giorni porta anche a questo. Prim ao poi, potreste non riconoscere neppure il vostro compagno/marito.

E così che ieri fuori dall’ambulatorio del pediatra mi capita malauguratamente di ascoltare questo dialogo tra due coppie con i loro rispettivi neonati:
“Dorme?”
“Sì, siamo stati fortunati, ha iniziato da subito a fare le sue 7 ore di sonno CONTINUE”
“Anche la nostra si addormenta Dopo l’ultima poppata e si risveglia al mattino”.

Anche Prince Albert si risveglia al mattino, ma dopo l’ultima poppata della 4:00 porca paletta. Ma è possibile che solo i bambini degli altri dormano?

 

Leave a Reply